Cosa sarebbe la vita senza nutrimento?

Quante volte sei stato criticato e, insieme alla critica a volte anche feroce, ti è stato detto che voleva essere “costruttiva”? Quante volte lo era veramente?

Oggi ti parlo di feedback. Quando è possibile evito l’uso di parole inglesi, eppure qualche volta è necessario perché la traduzione è meno potente oppure meno conosciuta. Per quanto il concetto di mastermind sia poco noto, devo ammettere che usare mente superiore rischierebbe di trasmettere un’idea diversa.

Così è anche per il termine feedback la cui traduzione sarebbe retroazione: infatti si tratta dell’effetto retroattivo di un messaggio o un’azione su chi li ha promossi.

Ricevi costantemente feedback dal mondo che ti circonda: quando appoggi la tazzina di caffè e urti il piattino, ti ritorna un suono, per esempio. Se fai una domanda a una persona ottieni, normalmente, una risposta. 

 

Feed-back letteralmente vuol dire nutrire-indietro ed è questo il concetto su cui devi porre la tua attenzione: avere qualcuno che sia disponibile a fornirti un ritorno sulle tue azioni e parole che sia realmente un sostentamento per te è una delle chiavi importanti per la tua crescita.

Nelle nostre mastermind community il feedback è pensato come nutrimento e ha due regole d’ingaggio, quando una persona ti fornisce il suo feedback tu puoi rispondere solo in due modi:

  • Grazie!

oppure

  • In che senso?

Molto spesso il “mondo” ti restituisce critiche e ti sei abituato a spiegare il perché delle tue azioni, a volte presentando degli alibi. Se davvero è crescita, allora ciò che ti sta dicendo il tuo pari va solo recepito e poi processato da te.

Il grande valore di una mastermind community è nell’essere circondato da pari che hanno esperienze, conoscenze, informazioni diverse dalle tue e che possono alimentare la tua crescita fornendoti sincere analisi di ciò che condividi. Sei in un ambiente protetto dove lo scopo di tutti è dare e questo rende grande il meccanismo. Sai che puoi raccogliere le loro idee e trasformarle in punti di miglioramento, puoi nutrire te stesso e… cosa sarebbe la vita senza nutrimento?

Uno dei primi gruppi mastermind fu il Junto Club creato da Benjamin Franklin nel 1727, era composto da 12 artigiani e commercianti, si ritrovava il venerdì sera e per 38 anni si confrontarono su temi di morale, politica e filosofia. Il risultato di questi incontri fu la prima biblioteca, i vigili del fuoco volontari, il primo ospedale pubblico, i dipartimenti di polizia, le strade lastricate e l’Università della Pennsylvania.

Se stai pensando che sia “troppo” stai sottovalutando la potenza di una mastermind community: l’impatto di un confronto aperto e sincero insieme a persone che condividono i tuoi valori e la tua mentalità è enorme e può influire sulla vita dei partecipanti, delle loro famiglie e di tutti coloro che li circondano. Possono influire sul tuo territorio in modo esponenziale e questo perché la somma produce sempre un risultato di gran lunga maggiore delle singole parti.

E tu, hai trovato il tuo gruppo di pari? Se la risposta è “non ancora”, contattaci e ti aiuteremo a costruire la tua mastermind community.

 

Condividi su:

Iscriviti alla newsletter