Lo stile comportamentale lento, orientato alle attività

Con questo articolo termina la descrizione degli stili comportamentali e quello di cui parliamo questa settimana definisce chi vive a un ritmo lento ed è orientato alle attività. Nell’ambito del marketing relazionale li chiamiamo examiner, che significa coloro che ispezionano e analizzano in modo dettagliato.

Già dal significato della parola è facile comprendere alcune caratteristiche di queste persone:

  • Sono molto efficienti e accurati
  • Pongono molte domande perché hanno bisogno di analizzare i dati
  • Evitano di prendere rischi inutili
  • Sono leali
  • Prendono decisioni razionali
  • Concedono la fiducia molto lentamente

Alcuni esempi presi da personaggi di film:

  • Tenente Colombo
  • Adrian Monk
  • Nero Wolfe
  • Jonathan Quayle Higgins III in Magnum P.I.

Il fine di comprendere gli stili comportamentali è mettere a proprio agio gli altri, quindi se ti senti come la persona che ho descritto, ecco alcuni suggerimenti. 

Sappi che la percezione che hai di te è diversa da quella che hanno gli altri, ad esempio tu ti consideri una persona analitica, osservatrice, efficiente, perfezionista invece rischi che la percezione che gli altri mediamente hanno di te è che tu sia una persona schizzinosa, rigorosa, pignola e insensibile

Comprendere come gli altri ti vedono ti aiuta a capire perché capita che reagiscono in un dato modo a ciò che fai e dici. Andando avanti nella conoscenza degli altri stili sarà più facile capire gli atteggiamenti e le cose che mettono più in difficoltà ciascuno stile.

Se ti senti differente dalla persona che ho descritto e invece hai riconosciuto qualcuno che conosci, ecco alcuni suggerimenti:

  • si tratta di una persona a ritmo lento, ha bisogno di avere tutte le informazioni che ritiene necessarie prima di prendere una decisione.
  • è motivata dall’efficacia e dall’efficienza, evita di perderti in frizzi e lazzi.
  • per lei è importante che le cose vengano fatte bene, poni tutte le domande  necessarie per comprendere cosa vuole.
  • evita di farle notare che ha sbagliato qualcosa, lo prenderebbe come un’accusa grave.

In un’ottica di Mastermind Community una persona dallo stile principale examiner è un buon elemento perché aiuta il gruppo a creare e restare concentrati sul processo. Ama poco lo stile promoter perché per i suoi canoni sono persone troppo espansive, eppure una buona intesa permette a entrambi di acquisire il meglio uno dall’altro. Se la Mastermind Community è troppo orientata alla persona e alle condivisioni private, lo stile examiner si sentirà presto fuori luogo.

Ricorda alcuni punti fondamentali degli stili comportamentali:

  • nessuno stile è migliore degli altri
  • tutti hanno punti di forza e di debolezza
  • ognuno di noi è un mix di tutti gli stili
  • e non esiste una miscela perfetta

Se ti interessa approfondire l’argomento e avere una consulenza personalizzata sui tuoi stili naturale e adattivo, contattami oppure vieni a seguire il seminario sugli stili comportamentali che terremo martedì 26 novembre 2019 a Torino. 

Condividi su:

Iscriviti alla newsletter